L’evoluzione dell’impresa tra digital transformation e open innovation

Il percorso dell’impresa nell’era digitale, settembre 2017

Francesco Beraldi, ospite dell’incontro “Il percorso dell’impresa nell’era digitale” promosso da Inaz, condivide la propria esperienza di imprenditore digitale a proposito delle strade e delle strategie che oggi conducono all’innovazione, raccontando il passaggio dall’era industriale all’economia della conoscenza attraverso l’esame di alcuni temi chiave:
dai principali trend che guidano lo sviluppo del contesto tecnologico odierno, alla storia del digitale e al posizionamento dell’Italia in questo scenario.

Nel suo intervento ‘L’evoluzione delle imprese tra digital transformation e open innovation’  Francesco Beraldi spiega l’importanza che oggi riveste l’Open Innovation e più in generale,  l’apertura verso i paradigmi emergenti dell’innovazione per l’attuazione della trasformazione digitale: “La Digital Transformation è un’evoluzione, un accrescimento culturale che passa dalla conoscenza e dall’apertura, intesa come volontà di uscire dai confini dell’impresa per errare attraverso i principi dell’ Openness alla ricerca di nuovi percorsi collaborativi utili alla creazione di valore”.

Un’autentica trasformazione digitale comporta un’ interiorizzazione dei valori dell’openess e di conseguenza l’intraprendere un percorso di innovazione di impresa che passa per l’open innovation. Non può avvenire una reale trasformazione digitale se non si opera in regime di Open Innovation, secondo i principi dell’openness: collaborazione, trasparenza, condivisione, emancipazione.

La Digital Transformation è dunque una rivoluzione che porta con sé i temi tipici della conoscenza: nello scambio, tutti i partecipanti ne traggono arricchimento. Non esiste digital transformation senza open innovation: contaminazione, scambio, connettività e combinazione sono le strade che le imprese devono percorrere per favorire la progressione della conoscenza.

L’acquisizione di conoscenza rimane il bene primario per essere in grado di generare innovazione, come per il fisico genetista Edoardo Bolcinelli, anche per Beraldi: “Possiamo rinunciare a tutto tranne che alla conoscenza. Perché è la nostra ricchezza più grande, l’unica eredità che conta e non perde mai valore“.

La nuova conoscenza è il sale dell’innovazione.